L’Alto Adige, nel cuore delle Alpi, è la provincia più settentrionale e più grande d’Italia. Il paese è una simbiosi di lingua tedesca, italiana e ladina, atmosfera alpina e mediterranea, spontaneità e affidabilità, natura e cultura.

Economicamente, il paese è stato per un lungo periodo caratterizzato quasi esclusivamente dall’agricoltura. Dalla seconda metà del XX secolo, il settore terziario come il turismo e il commercio svolgono un ruolo altrettanto importante. In campagna, la vita è sempre ancora caratterizzata dall’agricoltura: nelle regioni più calde si coltivano soprattutto uva e mele, nelle zone di montagna sono le aziende agricole con allevamento di bestiame a dominare l’aspetto del paese, sui prati pascolano mucche e altri animali. Nei bar sulle piazze centrali dei paesi s’incontrano i contadini con il loro inconfondibile grembiule blu per bere un bicchiere di vino altoatesino, prima di mezzogiorno rigorosamente bianco, poi rosso. Il grembiule blu chiamato “Firtig” è parte integrante dell’abbigliamento da lavoro e per i contadini è caratterizzante come nessun altro capo di abbigliamento.

I produttori di latte in Alto Adige

Circa 5.000 famiglie traggono il proprio sostentamento come produttori di latte, spesso in combinazione con un’attività secondaria quale osteria contadina, commercio di prodotti agricoli e agriturismo. Questi uomini e donne sono persone molto speciali. Essi contribuiscono con il loro lavoro a preservare il paesaggio, la cultura e si prendono cura della natura. I contadini sono anche molto legati alle tradizioni e danno un contributo prezioso alla conservazione degli usi e dei costumi.
Vivete l’Alto Adige da vicino visitando un maso – volentieri uno dei nostri masi Mila che sono sparsi per tutta la provincia vi accoglierà e vi ospiterà.


wiesemannhof-12bild-068bergbauer2